25 GIUGNO 1852: NASCE ANTONI GAUDÌ

Uno degli architetti più originali e innovatori del Novecento, “il primo fra i geni” secondo Mirò, Antonio Gaudì venne soprannominato già dai contemporanei “l’architetto di Dio”. La sua opera più importante, anche se incompiuta, è la chiesa della Sagrada Familia a Barcellona che l’ha reso famoso in tutto il mondo. Straordinaria e stravagante ed edificata grazie alle elemosine raccolte per decenni, la Sagrada Familia è un’opera in cui in cui si avverte profondamente il distaccarsi dell’artista dalla tradizione storica, in favore di una invenzione formale estremamente libera e fantastica. Questo visionario architetto era uomo dal temperamento appassionato e dotato di una intelligenza fuori dal comune.

sagr

Per quarantadue anni, dal 1884 fino al giorno della morte, Gaudì lavorò instancabilmente alla “cattedrale dei poveri”. Negli ultimi tempi non si allontanava più dal gigantesco cantiere neppure per dormire. Nonostante avesse una piccola casetta nel centro storico di Barcellona, si era ricavato un angolino nella Sagrada Familia, dove studiava e lavorava, giorno e notte. Non si sposò mai e non ebbe figli. Tra le altre sue meravigliose opere ricordiamo la Casa Vicens, il sobrio Collegio delle Teresiane, le audaci e geniali della Casa Milà (la Pedrera) e la Casa Batlló, nonché il meraviglioso Parco Güell. Il 7 giugno 1926 Gaudì viene tragicamente investito da un tram. Il suo miserevole aspetto ingannò i soccorritori che pensarono si trattasse di un povero vagabondo. Lo trasportarono all’ospedale della Santa Croce, un ospizio che la ricca borghesia catalana aveva costruito per i mendicanti. Venne identificato, ma il 10 giugno spirò: venne seppellito a Barcellona, proprio nel cuore della Sagrada Familia.

25 GIUGNO 1852: NASCE ANTONI GAUDÌ

Questo articolo ha un commento

  1. Art & craft

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu
×
×

Carrello