La Prima Guerra Mondiale quale guerra di Stato

Sto caricando la mappa ....

Quando
02/03/2019
17:45

Dove
Coworking Santa Lucia - sala grande
corso della Repubblica 77, Forlì


La Prima Guerra Mondiale «fu il risultato di una lotta lunga ed aspra contro lo spirito liberale e l’inizio di un’epoca di contestazione ancor più aspra dei principi liberali». Questo pensiero di Ludwig von Mises consente di rendere subito chiara una spiegazione delle cause remote e prossime della Grande Guerra, spiegazione molto differente da quelle più comuni. Questo testo intende documentare come l’accrescimento dei poteri politici sia all’origine della conflittualità che portò al disastro: una “guerra totale”, inevitabile conseguenza della costruzione dello “Stato totale”.

All’alba del nuovo secolo ancora una volta rinascono i nazionalismi e le ideologie che idolatrano lo Stato, poste di fronte alla crollo dei loro assiomi fondanti, si mostrano il loro volto truce e aggressivo: dalla Catalogna al Venezuela, dal sovranismo al populismo.

Diventa quindi estremamente interessante, anche in chiave contemporanea, la rilettura degli eventi della prima guerra mondiale, senza indulgere in retorica e in atteggiamenti celebrativi, ma inquadrando razionalmente quella immane tragedia nel percorso storico del pensiero politico europeo.

Ne parliamo Sabato 2 marzo alle ore 17,45 a Forlì presso la Sala Grande Coworking S. Lucia, in Corso della Repubblica, 75, con Don Beniamino DI Martino, apprezzato intellettuale e storico, autore del libro “La Grande Guerra 1914-1918. Stato onnipotente e catastrofe della civiltà”.

L’evento sarà moderato da Guglielmo Piombini, affermato e talentuoso autore di saggi storici e di opere sul pensiero libertario, nonché nostro apprezzato associato.

Dopo l’evento ci tratterremo a cena presso il Bistrò “La Fiasca”, via G. Oberdan, 18 – (10 min a piedi da S. Lucia).
Costo della cena: 23€
Per prenotare la cena scrivete a ilditonellocchiobo@gmail.com