21 GENNAIO 2000: FUNERALI DI BETTINO CRAXI A TUNISI

Dopo le esequie, i familiari diffondono un memoriale scritto di suo pugno dall’ex-leader socialista pochi giorni prima di morire. In quel documento, Craxi ribadisce che tutti i partiti erano coinvolti nel finanziamento illecito della politica e si chiede polemicamente come sia possibile che le cariche istituzionali italiane fossero all’oscuro di un sistema di corruttele così ramificato. (altro…)

0 Commenti

20 GENNAIO 1942: I NAZISTI PIANIFICANO L’OLOCAUSTO

20 GENNAIO 1942: I NAZISTI PIANIFICANO L’OLOCAUSTO

Quindici tra i maggiori funzionari del Partito Nazista e del Governo tedesco si riunirono in una villa nel sobborgo berlinese di Wannsee per discutere l’esecuzione di quella che venne chiamata la “Soluzione Finale alla Questione Ebraica”. “Soluzione Finale” divenne poi il nome in codice dello sterminio sistematico e premeditato degli Ebrei di tutta Europa, piano che, in un momento imprecisato del 1941, venne autorizzato dallo stesso Adolf Hitler. (altro…)

0 Commenti

18 GENNAIO 1919: APPELLO AI LIBERI E FORTI

Don Luigi Sturzo (nella foto) diffonde l'”appello ai liberi e forti” al seguito del quale nasce ufficialmente il Partito Popolare italiano. Sturzo definì se stesso “sognatore e uomo d’azione”. E un sogno Luigi Sturzo lo aveva: trasformare il pensiero e l’atteggiamento dei cattolici italiani verso la vita moderna e i problemi sociali. Per realizzarlo fondò un partito che chiamò “popolare”, non “cattolico”, perché, disse: “il cattolicesimo è religione, è universalità; il partito è politico, è divisione”. Così rivolse il suo Appello a “tutti gli uomini liberi e forti”, (altro…)

0 Commenti

17 GENNAIO 1706: NASCE BENJAMIN FRANKLIN

Genio poliedrico, fu uno dei Padri fondatori degli Stati Uniti. Svolse attività di giornalista, pubblicista, autore, tipografo, diplomatico, attivista, inventore, scienziato e politico. Fu tra i protagonisti della Rivoluzione americana. Diede contributi importanti allo studio dell'elettricità e fu un appassionato di meteorologia e anatomia.

0 Commenti

16 GENNAIO 1605: PUBBLICAZIONE DE “DON CHISCIOTTE DE LA MANCIA”

Don Chisciotte della Mancia (titolo originale in lingua spagnola: El ingenioso hidalgo don Quijote de la Mancha) è la più rilevante opera letteraria dello scrittore spagnolo Miguel de Cervantes Saavedra (nel ritratto), e una delle più importanti nella storia della letteratura. Vi si incontrano, bizzarramente mescolati, sia elementi del genere picaresco, sia del romanzo epico-cavalleresco, nello stile del Tirante el Blanco e del Amadís de Gaula. (altro…)

0 Commenti

14 GENNAIO 1858: FELICE ORSINI ATTENTA ALLA VITA DI NAPOLEONE III

felice_orsini-1

Sono le 19:15 di un tardo giovedì pomeriggio parigino. Monsieur Kim, netturbino, incaricato di spargere di sabbia la strada d’accesso al teatro dell’Opera di Parigi, fa difficoltà a svolgere il suo lavoro: due uomini non hanno intenzione di togliersi dalla sua traiettoria. Ostinato e diligente Monsieur Kim riesce a convincerli e finalmente a concludere la sua commissione. Poco dopo, gli stessi uomini, insieme ad altri due prendono posto sul marciapiede di via Le Peletier in attesa che arrivi l’imperatore accompagnato dalla sua consorte. (altro…)

1 commento

13 GENNAIO 1898: “J’ACCUSE” DI ZOLA

310px-J_accuse

J’Accuse…! (Io accuso…!) è il titolo dell’editoriale scritto dal giornalista e scrittore francese Émile Zola in forma di lettera aperta al Presidente della Repubblica francese Félix Faure, e pubblicato dal giornale socialista L’Aurore il 13 gennaio 1898, con lo scopo di denunciare pubblicamente le irregolarità e le illegalità commesse nel corso del processo contro Alfred Dreyfus, al centro di uno dei più famosi affaires della storia francese. La locuzione «j’accuse» è entrata nell’uso corrente della lingua italiana, come sostantivo, per riferirsi a un’azione di denuncia pubblica nei confronti di un sopruso o di un’ingiustizia.  (altro…)

0 Commenti

11 GENNAIO 1944: FUCILATO CIANO

CIANO

Genero di Mussolini dopo aver sposato la figlia Edda, Ciano iniziò la sua collaborazione con il tiranno nel 1933, quando fu assunto come capo dell’ufficio stampa del Duce. Nel 1935 venne nominato a capo del MINCULPOP, il noto Ministero addetto alla Cultura Popolare del regime fascista e nel 1936, rientrato dalla guerra d’Etiopia, venne eletto ministro degli Esteri. (altro…)

0 Commenti
Chiudi il menu
×
×

Carrello