Tear down this wall

9 novembre 2019, trentennale della caduta del muro di Berlino. Evento sontuoso nella splendida sala auditorio Biagi presso la Sala Borsa di Bologna. Relatori (cliccare sul nome per aprire il…

0 Commenti

Venezuela 2020: tramonto o alba di un paese?

Blanca Briceño, fondatrice di AIRESVEN – Appoggio Internazionale alla RESistenza VENezuelana. Odilia Sofia Quattrini, presidente di FEAV – Federazione Europea di Associazioni Venezuelane Violeta Zumeta Lanz, imprenditrice Yosmaira Barreto, attivista…

1 commento

“Un uomo tranquillo” di Hans Petter Moland (2019)

Eh no, ci dispiace.
Abbiamo letto le critiche al film, in genere schifiltose e con mignolo alzato; invece dobbiamo dire che l’abbiamo goduto al punto da vederlo due volte di seguito.
E non, come a volte ci capita, perché la prima volta non avevamo colto bene la trama ma proprio per il piacere di rivederlo e di gustarlo di nuovo.

Sarà che ci piacciono le nevi perenni e i climi nordici, sarà che la sequenza di morti ci ha deliziato fino alla fine, fatto sta che qui, niente storie, siamo in presenza di un gran racconto e di uno che sa quel che fa.

Togliamoci il cappello e raccontiamo la storia.

Nels Coxman (Liam Neeson), un autista di spazzaneve che si guadagna la giornata sgombrando le strade attorno alla fittizia cittadina di Kehoe, nel cuore del Colorado, è un cittadino modello, un padre amorevole ma impegnato nel lavoro, e soprattutto un uomo che non farebbe del male a nessuno. Quando però suo figlio viene trovato morto a causa di una overdose di eroina Coxman si trasforma in uno spietato vendicatore.
Scoperto da tale Dante che i responsabili sono i membri della gang del “Vichingo”, boss della droga locale, Coxman comincia dal basso il suo cammino di vendetta, rintracciando prima l’esecutore materiale della morte del suo ragazzo e risalendo poi la catena di comando, scatenando nel mentre un’altra storia parallela di sangue, droga e vendetta con una tribù indiana del posto.

(altro…)

2 commenti

“American Hustle” di David O. Russell (2013)

Amy Adams, Christian Bale, Jeremy Renner, Jennifer Lawrence sono fantastici. Assieme a Bradley Cooper.

Ambientato nel seducente mondo di uno dei più sbalorditivi scandali che hanno scosso gli Stati Uniti, American Hustle racconta la storia di un brillante impostore, Irving Rosenfeld (Christian Bale), che, insieme alla sua scaltra amante britannica Sydney Prosser (Amy Adams), viene obbligato a lavorare per un agente dell’FBI fuori controllo, Richie DiMaso (Bradley Cooper).
DiMaso li catapulta in un mondo di faccendieri, intermediari del potere e mafiosi, un mondo tanto pericoloso quanto affascinante. Carmine Polito (Jeremy Renner) è un volubile e influenzabile politico del New Jersey, stretto tra la morsa dei truffatori e dei federali, mentre l’imprevedibile moglie di Irving, Rosalyn (Jennifer Lawrence), farà crollare il castello di finzioni”

(altro…)

0 Commenti
Chiudi il menu
×
×

Carrello