All posts by Galli Gabriele

31Mag/17

31 MAGGIO 1902: TERMINA LA GUERRA ANGLO-BOERA. IL SUDAFRICA È BRITANNICO

boeri

La guerra anglo-boera fu combattuta tra il 1899 ed il 1902 in Sud Africa tra i coloni olandesi (contadini, detti boeri) e l’esercito britannico. I primi, presenti da quasi duecento anni nella regione, si spostarono verso l’interno nella prima metà dell’Ottocento perché gli inglesi si insediarono attorno alla zona di Kaapstad (l’odierna Città del Capo). Continue reading

04Mar/17

4 marzo 1848: STATUTO ALBERTINO

4 marzo 1848: Il re di Sardegna Carlo Alberto di Savoia concede ai «propri sudditi» la «legge fondamentale, perpetua ed irrevocabile della Monarchia»; essa passerà alla storia come «Statuto Albertino». Tale documento diverrà, nel 1861, la prima Costituzione italiana. La concessione dello Statuto Albertino si inserì nel caotico contesto delle rivoluzioni del 1848-49 che squassarono l’Europa tutta, mettendo in crisi l’assetto politico-istituzionale uscito nel 1814 dal Congresso di Vienna. Ai principi della Restaurazione si contrappose infatti la volontà della borghesia di avere un ruolo politico attivo nella sfera di governo e dunque di sostituire il principio assolutistico dell’origine divina del potere con quello liberale del merito e della responsabilità.
Il ’48 italiano fu complesso ed eterogeneo, ma, nei fatti, rese un’unica istanza le lotte per l’istituzione di regimi liberali e costituzionali a quelle per l’indipendenza e per l’unità nazionale. L’esplosione del malcontento popolare portò alla concessione di Costituzioni non solo in Piemonte e Sardegna, ma anche nel Regno borbonico e in Toscana. A Milano gli Austriaci furono cacciati, a Venezia e Roma vennero addirittura proclamate effimere repubbliche. Ben presto però, gli Austriaci ripresero il controllo dei territori italiani e i sovrani dei vari staterelli ritirarono le concessioni fatte. L’unico documento di portata costituzionale a sopravvivere all’ondata reazionaria fu appunto lo Statuto Albertino. Così, durante gli anni Cinquanta, il Piemonte sabaudo fu il punto di riferimento di vasti settori del movimento patriottico italiano, sino a divenire il nucleo agglutinante della futura nazione unitaria. Ciò si dovette principalmente all’affermarsi di prassi significativamente divergenti da quella che era la lettera dello Statuto. La centralità formalmente attribuita al monarca fu infatti appannata da una prassi costituzionale improntata alla logica del parlamentarismo, che spostò l’esercizio del potere esecutivo dal re a un governo collegiale, presieduto da un presidente del Consiglio dotato di credito presso la maggioranza dei deputati: dipendente, quindi, non dall’arbitrio del sovrano bensì dalla fiducia della Camera. Già risolutamente avviato da Cavour, questo processo di par­lamen­tarizzazione della forma di governo si rafforzò nei decenni successivi all’unità d’Italia.
Svuotato totalmente di significato dall’avvento del fascismo, lo Statuto rimase formalmente in vigore fino alla promulgazione dell’attuale Costituzione repubblicana nel 1946.

03Mar/17

3 MARZO 1585 – Inaugurazione a Vicenza del Teatro Olimpico progettato da Andrea Palladio

 

Vicenza_Teatro_Olimpico_(scena)

 

Il Teatro Olimpico è un teatro progettato dall’architetto rinascimentale Andrea Palladio nel 1580 e sito in Vicenza. È il primo e più antico teatro stabile coperto dell’epoca moderna. La realizzazione del teatro, all’interno di un preesistente complesso medievale, venne commissionata a Palladio dall’Accademia Olimpica per la messa in scena di commedie classiche. Continue reading

01Mar/17

1 MARZO 1444: GIORGIO CASTRIOTA SCANDERBERG VIENE PROCLAMATO COMANDANTE DELLA RESISTENZA ALBANESE CONTRO I TURCHI

 

Gjergj_Kastrioti_Skënderbeu ALBANIA

Giorgio Castriota, detto Scanderbeg è tra le figure europee più rappresentative del XV secolo, fondatore del prodromo dell’Albania, la Lega di Lezha, unì i principati d’Albania e dell’Epiro e resistette 25 anni ai tentativi di conquista dell’Impero ottomano. Difese l’Albania, nonché l’Europa dall’invasione turca; per tale motivo ottenne da Papa Callisto III gli appellativi di Atleta di Cristo e Difensore della Fede ed è da sempre considerato l’eroe nazionale dell’Albania e degli albanesi nel mondo. Nel 1467 Scanderbeg sconfisse Maometto II per l’ennesima volta. Continue reading

28Feb/17

28 FEBBRAIO 202 a.C. – incoronazione di Gao Zu: inizia la dinastia Han in Cina

 

ceramica

Fondata da Liu Bang, conosciuto come l’imperatore Sovrano di Han, la dinastia Han regnò per quattro secoli, dal 206 a.C. al 220 d.C., diffondendo la sua influenza sino al Vietnam, Corea e Asia Centrale. Considerata la prima delle più importanti dinastie della storia cinese, fu interrotta brevemente dalla Dinastia Xin (9-23 d.C.). Continue reading

27Feb/17

27 FEBBRAIO 2001: DISTRUZIONE DEI BUDDA DI BAMIYAN

budda

La follia dei Talebani colpisce anche l’arte. 400 religiosi afgani dichiarano che le statue di Buddha presenti nella valle di Bamyian sono contrarie ai principi dell’Islam che vieta infatti la rappresentazione degli dei. In pochi giorni vengono distrutte. Si trattava di due enormi statue del Buddha scolpite da una gruppo religioso buddista nelle pareti di roccia della valle di Bamiyan, in Afghanistan, a circa 230 chilometri dalla capitale Kabul e ad un’altezza di circa 2500 metri; una delle due statue era alta 38 metri e risaliva a 1800 anni fa, l’altra era alta 53 metri ed aveva 1500 anni. Continue reading

26Feb/17

26 FEBBRAIO 1903: NASCE GIULIO NATTA, GENIO DIMENTICATO

GIULIO NATTA

Laureatosi in ingegneria chimica nel 1924, segue, a Friburgo, gli studi del professor Staudiger sulle macromolecole. Ne intuisce l’importanza e, tornato a Milano, porta avanti la ricerca sui polimeri a struttura cristallina. Nel 1963, viene insignito del Premio Nobel per la Chimica per la realizzazione del polipropilene isotattico e del polietilene ad alta densità, polimeri che verranno commercializzati dalla Montecatini con il nome di Moplen e Meraklon. Continue reading

22Feb/17

 

 

22 FEBBRAIO 1914: nasce a Catanzaro Renato Dulbecco. Nel 1930, a soli 16 anni, si iscrive alla facoltà di medicina e chirurgia dell’Università di Torino dove conosce Rita Levi Montalcini e Salvador Luria che avranno entrambi grande influenza nella sua vita. Laureatosi nel 1936, svolge il servizio militare come ufficiale medico. Continue reading