SCIACK! IL DITO NELL’OCCHIO AL CINEMA. “Il clan” di Pablo Trapero (2015)

di Roberto Bolzantheclan4-xlarge

Unire eventi storici e politici e vicende personali e fare di questo misto un bel film è possibile, con buona pace di Michele Placido e Marco Tullio Giordana. Non che serva molto, basta non voler prendere lo spettatore per mano per condurlo in una qualche finzione costruita apposta ed alla quale piegare la storia. Basta avere una vicenda interessante da raccontare, un periodo cruciale con il quale iniziare, anche nella più classica e scontata delle maniere, con i titoli del telegiornale o con i discorsi dei generali trasmessi per tv. Serve almeno un attore decente, meglio se bravo e le idee chiare su come si raccontano le storie, e senza tante storie.

Leggi tutto

19 AGOSTO 480 a.C.: BATTAGLIA DELLE TERMOPILI

guerriero

La battaglia delle Termopili  fu combattuta dalle città-Stato greche, unite in un’alleanza e guidate dal re di Sparta Leonida I e dall’impero persiano governato da Serse I. Si svolse in tre giorni, durante la seconda invasione persiana della Grecia, nell’agosto o nel settembre del 480 a.C. presso lo stretto passaggio delle Termopili (“Le porte calde”) contemporaneamente alla battaglia navale di Capo Artemisio. Leggi tutto

17 AGOSTO 2002: apre il museo Schulz

Peanuts_The_Complete_Peanuts_1

In questa data apre a Santa Rosa in California il museo dedicato al fumettista Charles M. Schultz, inventore dei “Peanuts”. “Peanuts” (letteralmente noccioline, ma qui nel senso di “piccolezze” o “cose da poco”) è un fumetto giornaliero scritto e illustrato da Charles Monroe Schulz, pubblicato dal 2 ottobre 1950 al 13 febbraio 2000 (il giorno dopo la morte dell’autore). Leggi tutto

15 AGOSTO 1328: I GONZAGA PRENDONO IL POTERE A MANTOVA

 

 

MANTOVA

I Gonzaga sono stati una delle più note famiglie principesche d’Europa, protagonisti della storia italiana ed europea dal XIV al XVIII secolo.

Governarono Mantova, dapprima come signori, a partire dal 1328, poi come marchesi e duchi sino al 1707. Governarono inoltre il marchesato e poi ducato del Monferrato; rami cadetti governarono in Italia: il Ducato di Guastalla, il Ducato di Sabbioneta, i marchesati di Vescovato, Luzzara,Palazzolo e Castel Goffredo, Castiglione e Solferino, i principati di Bozzolo e Castiglione, la contea di Novellara; all’estero un ramo cadetto governò: i ducati francesi di Nevers, Rethel, Mayenne e il principato di Arches. Leggi tutto

BUON FERRAGOSTO

grano

Ferragosto deriva da feriae Augusti, era la festività pagana introdotta dall’ imperatore Augusto nel 18 a.C.
Si festeggiava la fine dei raccolti agricoli e delle fatiche ad essi collegati.
Durante il periodo di festa, gli animali da soma venivano dispensati dal faticoso lavoro e venivano organizzate corse di cavalli (da cui deriva il Palio dell’Assunta). Venivano altresì organizzati banchetti e feste alle quali potevano partecipare anche i ceti più bassi della società.
Originariamente la festa coincideva con il 1º di agosto, successivamente la Chiesa Cattolica la spostò al 15, facendola coincidere con la festa religiosa dell’Assunzione di Maria.

Il dito nell’occhio augura a tutti voi un felice e sereno Ferragosto.

SCIACK! IL DITO NELL’OCCHIO AL CINEMA. “L’invasione degli ultracorpi” di Don Siegel (1956)

di Roberto BolzanLinvasione degli ultracorpi

Ci sono film sostenuti da un’idea così potente da non avere bisogno d’altro per diventare dei capolavori. Semplicemente lo sono già, fin dall’inizio. Per vocazione, si potrebbe dire. Per necessità.

Don Siegel racconta una storia che diventa subito una leggenda del cinema di fantascienza.

A Santa Mira, una piccola città della California, si verificano strani episodi. Alcuni abitanti dichiarano di non riconoscere i loro parenti più stretti e gli amici più intimi. Il dottor Miles esamina alcuni casi ma non riesce a spiegare la causa del fenomeno. Ma un corpo che esamina gli fa capire che qualcosa sta accadendo. Il corpo ha la fisionomia di un amico ma non ha rughe né impronte digitali.
Leggi tutto

14 AGOSTO 1990: MUORE ENZO FERRARI

ferrari

Enzo Ferrari è stato un imprenditore, ingegnere e pilota automobilistico italiano, fondatore della casa automobilistica che porta il suo nome, la cui sezione sportiva, la Scuderia Ferrari, conquistò, lui vivente, 9 campionati del mondo piloti di Formula 1 e 15 totali.

Enzo Ferrari nasce a Modena il 18 febbraio 1898. All’età di dieci anni il padre Alfredo, dirigente di una locale fabbrica di lavorazione dei metalli, lo porta assieme al fratello Alfredo Jr. a Bologna, ad una gara automobilistica. Dopo aver assistito ad altre gare, Enzo Ferrari decide che vuole diventare un pilota automobilistico.

Leggi tutto

13 AGOSTO 30 A. C.: MUORE CLEOPATRA

Клеопатра_VII_(2)

Cleopatra VII   è stata una regina egizia del periodo tolemaico.

Fu l’ultima regina del Regno tolemaico d’Egitto, l’ultimo membro della Dinastia tolemaica e l’ultima sovrana dell’età ellenistica che, con la sua morte, avrà definitivamente fine. Il nome Cleopatra, deriva dal greco Kleopatra, che significa “gloria del padre” (kleos: gloria; patros: del padre). Leggi tutto

10 AGOSTO 1860: STRAGE DI BRONTE

Bronte_massacro_vancini

Il paese catanese di Bronte nel 1860, durante la cavalcata dei Mille, fu teatro di una serie di avvenimenti destinati a lasciare strascichi e ferite. Nella confusa situazione venutasi a creare nell’isola dopo lo sbarco di Garibaldi e dei suoi volontari, nell’entroterra siciliano si erano, dunque, accese molte speranze di riscatto sociale da parte soprattutto della media borghesia e delle classi meno abbienti.

Leggi tutto

9 AGOSTO 1173: INIZIANO I LAVORI DELLA “TORRE DI PISA”

Leaning_tower_of_pisa_2

La cosiddetta torre pendente di Pisa (chiamata semplicemente torre pendente o torre di Pisa, a Pisa la Torre) è il campanile della cattedrale di Santa Maria Assunta, nella celeberrima piazza del Duomo di cui è il monumento più famoso per via della caratteristica pendenza, simbolo della città e uno dei simboli d’Italia. Si tratta di un campanile a sé stante alto circa 56 metri fuori terra (58,36 metri considerando il piano di fondazione), costruito nell’arco di due secoli, tra il dodicesimo e il quattordicesimo secolo. Leggi tutto

SCIACK! IL DITO NELL’OCCHIO AL CINEMA. “1981: Indagine a New York” di J.C. Candor (2016)

di Roberto BolzanUnknown

 

Film bianco e marrone, di neve e di cappotti di lana pettinata, storia di gangsters ed imprenditori corrotti, di immigrati ispanici, di banchieri ebrei, di baracche e depositi di petrolio, di camion e di ettolitri di carburante.

Siamo nel 1981 a New York, in un anno che apprendiamo essere stato terribile per quella città, un anno veramente di grande violenza. Abel Morales (Oscar Isaac) è un immigrato ispanico che cerca di espandere la propria attività nel settore della distribuzione di carburante. La corruzione dilagante e la delinquenza gli rendono la vita difficile con furti di camion e violenze sui suoi autisti. I suoi principi sono innanzitutto il rispetto della legge. La moglie (Jessica Chastain), figlia di un uomo senza scrupoli, è più incline a piegarsi ad accordi con i concorrenti e ad anteporre la propria sicurezza personale ed una giustizia naturale agli ideali, ma Abel non ne vuole sapere.

Leggi tutto

7 AGOSTO 1794: RIBELLIONE DEL WHISKEY

WHISKEY

 

La ribellione del Whiskey fu un sollevamento popolare che ebbe inizio nel 1791 e terminò in una vera e propria insurrezione nel 1794, nella località di Washington in Pennsylvania, nella Monongahela valley. Essa venne attuata dai coloni dei monti Appalachi che protestavano per l’istituzione di una accisa sui liquori e bevande distillate. Questa tassa era stata proposta dal Segretario di Stato al Tesoro degli Stati Uniti, Alexander Hamilton,  approvata dal Congresso e promulgata come legge dal presidente George Washington. Leggi tutto

Louis Armstrong – What A Wonderful World

Quando nel 1968 uscì What a Wonderful World, il più grande successo vocale di Louis Armstrong in America non se ne accorse quasi nessuno. Vendette meno di mille copie. Gli autori, Bob Thiele e George David Weiss, avevano scritto un testo ottimista che voleva in qualche modo proteggere dal clima rigido di intolleranza razziale che si era diffuso nel paese – il 1968 è l’anno dell’assassinio di Martin Luther King. What a Wonderful World divenne un hit solo dopo la morte di Armstrong, nel 1971, prima di conoscere il grande revival dopo l’uscita del film Good Morning Vietnam, con Robin Williams. Da allora, What a Wonderful World è stata usata in molti contesti, a volte romantici e struggenti, dove il testo è didascalia delle immagini, altre volte per contrasto, in maniera ironica e quasi dissacrante, come ha fatto Michael Moore in Bowling for Columbine, dove la voce di Satchmo che canta di un mondo meraviglioso accompagna scene di forte e insopportabile violenza.
Il brano ebbe invece fin da subito un clamoroso successo in Inghilterra, dove fu il singolo più venduto dell’anno facendo di Satchmo l’artista più vecchio ad arrivare al primo posto delle classifiche, a 66 anni e dieci mesi.

 

4 AGOSTO 1693: DOM PÉRIGNON INVENTA LO CHAMPAGNE (FORSE)

220px-Dom-perignon

 

 

Tutti sanno cosa sia il Dom Pérignon, ma pochi in realtà sanno chi sia Dom Pérignon.
Secondo alcune fonti la marca francese dello champagne più famoso del mondo prenderebbe il nome da un monaco benedettino, Pierre Pérignon, che nel lontano XVII secolo avrebbe inventato il vino con le bollicine. Nel 1688 Dom Pierre mette in atto il procedimento che per la prima volta rende i vini di Champagne, in origine rossi e fermi, “spumanti”, cioè dotati di schiuma e bollicine. Leggi tutto

Spencer Davis Group – Gimme Some Lovin’

Brano che possiamo tranquillamente definire immortale, scritto nel 1966 da Stevie Winwood quando militava nell Spencer Davis Group. Per il riff, Winwood s’ispirò, da grande amante della musica nera e della Stax in particolare, al riff di (Ain’t That) A Lot of Love di Homer Banks. Il testo non venne invece di getto. Muff Winwood ricorda che da un po’ di tempo suo fratello aveva in testa quel verso che diceva: Gimme some lovin’. Lo cantava e poi improvvisava parole senza senso, perché non gli veniva in mente nulla di interessante. Così, Muff gli disse: «Ehi, fratello, canti gimme some lovin’ tutti i giorni», You sing gimme some lovin’ every day. A Stevie s’accese una lampadina: every day era quello che gli mancava, dopo gimme some lovin’ . Finì il testo in un’ora, poi i due fratelli andarono al pub a mangiare.
Il brano, grazie alla sua forza trascinante, ha conosciuto infinite letture ed è rientrato più volte in classifica. Stevie Winwood lo riprese per i suoi amati Traffic, in una versione live molto più estesa, di 9 minuti e mezzo, nel 1971. Nove anni dopo ci pensarono i Blues Brothers a riportarla in auge. Quindi, nel 1999, fu la volta di Notting Hill , il film con Julia Roberts e Hugh Grant.